> CITTA'
> GALLIPOLINI
> RITI MANIFESTAZIONI
> CARTOLINE D'EPOCA
> PARCO NATURALE
> CARNEVALE
> PREMIO BAROCCO
> GALLIPOLI IN VETRINA
> AFFITTI ON LINE
> BED&BREAKFAST
> TURISMO E DINTORNI
> RISTORANTI
> ASSOCIAZIONI
> MANIFES. SPORTIVE
> VIDEO
> INFORMAZIONI UTILI
> SERVIZIO TAXI
> IMMOBILI IN VENDITA
> VOLI TURISTICI
> Enigmistica Salentina
> NEWS
> HOME PAGE
 
> MERCATO VIRTUALE
> CHAT
>
Ricevi le novità su Gallipoli iscrivendoti alla nostra newsletter

@
_ADS

 
 

LA CITTA' VECCHIA

> Citta vecchia > Borgo nuovo > Rivabella > Baia Verde > Isola di S.Andrea
 

Gallipoli - Ch. del Crocefisso e del SS. Rosario

CHIESA E CONFRATERNITA DEL CROCEFISSO (nella foto a sinistra)


Questo sacro tempio è sede della Confraternita del SS.mo Crocefisso istituita nel 1642 dal vescovo di Gallipoli mons. de Rueda. Già organata in altro luogo nelle vicinanze della chiesa conventuale di S.Francesco e distrutto dalle furie del mare, la confraternita, previo acquisto di un comprensorio di case dai Padri Domenicani, volle costruire la nuova chiesa sui disegni realizzati appositamente, nel 1741, dal tenente di artiglieria, in servizio presso il regio castello di Gallipoli, Carlo Multò. Realizzò la fabbrica il mastro copertinese Ortensio Preite.
Venerata, all’interno della Chiesa e collocata il alto sul prospetto dell’altare maggiore, un’antica immagine dipinta del volto del Crocefisso nonché un Cristo morto portato processionalmente in giro per la città con altre statue relative alla passione di Cristo, nel Venerdì della Settimana Santa.

Decorano l’interno 4 tele barocche mistilinee collocate ai lati della navata assieme agli stucchi ottocenteschi raffiguranti alcuni Santi Apostoli, il pancone e gli stalli confraternali realizzati in noce dai maestri bottai nel 1867, e la suggestiva statua lignea di gusto napoletano(XVIII sec.) del San Michele Arcangelo. Sul fronte, dalle sobrie linee architettoniche, si evidenzia il grande pannello maiolicato, tardo ottocentesco, raffigurante la Madonna del Buon Consiglio, cui i confratelli sono rimasti particolarmente devoti.

CHIESA EX CONVENTUALE DEL SS.mo ROSARIO (nella foto a destra)
Ricostruita all’alba del XVIII secolo dai Margoleo di Martano, maestranze salentine attive in molti centri salentini, si caratterizza per la facciata realizzata in carparo e per l’ampia aula ecclesiale a pianta ottagona racchiusa tutt’intorno da una serie di 10 altari laterali e per l’ardita volta lunettata e scandita sulle linee della spina e delle costole da una prezioso e delicato decoro scultoreo.
Pregevole la presenza di numerosi dipinti realizzati nel primo quarantennio del ‘600 dal pittore gallipolino Giovan Domenico Catalano tra cui la Circoncisone di Gesù (in sacrestia), La Vergine col Bambino e i Santi Giovanni evangelista e Pietro martire, l’Annunciazione della Vergine Maria, la Vergine col Bambino e i Santi Leonardo Irene e Marina. La tela raffigurante i preparativi della Crocefissione dipende letteralmente da un più noto lavoro di Luca Giordano. Relizzato in legno nel XVIII secolo dal gallipolino Giorgio Aver è invece l’altare di S.Domenico e di particolare pregio risultano le statue policrome di S.Domenico e di S.Vincenzo, Santo particolarmente venerato.
La Chiesa è oggi sede della Confraternita del SS.mo Rosario, di antica costituzione.
Nella sacrestia, ricavata in un sottoportico del cinquecentesco chiostro domenicano sopravvive un grande affresco raffigurante la battaglia di Lepanto del 1571 ed un gigantesco albero genealogico della famiglia reale aragonese.

Testi di Elio Pindinelli - Foto Mario Milano

> TORNA ALLA PIANTINA DELLA CITTA' VECCHIA


> Citta vecchia > Borgo nuovo > Rivabella > Baia Verde > Isola di S.Andrea
 

PER LA PUBBLICITA' SU GALLIPOLI VIRTUALE.COM CLICCA QUI!

 

Registrazione Domini
WWW. 
.it .com .net .eu .mobi .tv
è possibile registrare il proprio dominio anche presso la sede di Ormag via Hydruntum 1- Alezio (Le)
Powered By Ormag copyright 2000/2018