Titolo: Parcheggiatore abusivo minaccia un avvocato e finisce in manette.
Data: 23/05/2007 Fonte: Antonella Margarito - Il Nuovo Quotidiano
Questa news è stata letta: 1939 volte

Parcheggiatore abusivo minaccia un avvocato e finisce in manette.

News: Parcheggiatore abusivo minaccia un avvocato e finisce in manette.
A finire dritto, dritto dietro le sbarre è stato un gallipolino noto sia alle forze dell’ordine che ai suoi stessi concittadini, proprio per le sue attività non proprio legali e che risponde al nome di Cosimo Perruccio. L’uomo, 43 anni, coniugato, è stato arrestato dai militari della compagnia dei carabinieri di Gallipoli diretta dal comandante Domenico Barone, per un fatto accaduto circa due mesi fa.
Cosimo Perruccio, a Gallipoli tutti lo sanno, è un pregiudicato che conosce bene l’arte di arrangiarsi, anzi una delle cose più ‘pulite’ che avrebbe fatto pare sia proprio quella del parcheggiatore abusivo. Un mestiere che a Gallipoli purtroppo dilaga in lungo e in largo e laddove non ci sono le strisce blu, ovvero i parcheggi a pagamento, si incontra lui, il parcheggiatore abusivo, che, nella migliore delle ipotesi, quando non ha un prezzo ‘fisso’, dice ‘damme quiddhu ca oi”, ovvero al tuo buon cuore. Ma probabilmente, l’errore di Cosimo Perruccio è stato proprio quello di andare ad imbattersi in un avvocato. Doppio errore: l’avvocato non ci ha pensato due volte a fare la denuncia, e poi si sa, con quel tipo di ‘lavoro’ gli avvocati sarebbe sempre meglio tenerseli buoni. I fatti.
Era una giornata come tante altre quando l’avvocato
in questione, un paio di mesi fa, è andato a parcheggiare la sua auto nel piazzale antistante la stazione ferroviaria di Gallipoli. E’ stato proprio in quell’occasione che Cosimo Perruccio che lì si trovava per il suo ‘lavoro’ di parcheggiatore abusivo ha chiesto all’avvocato tre euro per sosta della sua auto. “Non se ne parla proprio” avrebbe risposto l’avvocato; una risposta che ha scatenato l’ira di Perruccio che è partito a razzo con le minacce. “Ti brucio la macchina, ti spacco la faccia” avrebbe detto il pregiudicato, ma l’avvocato non si è scomposto, lo ha lasciato lì ed è andato subito in caserma a denunciare il fatto. Depositati gli atti di denuncia, il mandato d’arresto è stato spiccato dalla dottoressa Patrizia Ciccarese e Cosimo Perruccio si è viste chiudere le manette ai polsi proprio ieri. Ora dovrà rispondere dei reati di minaccia e tentata estorsione continuata.



 Invia la news 
Tua e-mail:
E-mail amico :
Registrazione Domini
WWW. 
.it .com .net .eu .mobi .tv

POWERED BY ORMAG.IT